GREEEN finisce, ma i cambiamenti climatici no

Si conclude oggi il progetto GREEEN.

In questi tre anni abbiamo aiutato decine di scuole secondarie di 11 paesi europei ad affrontare e mitigare i cambiamenti climatici. Presto pubblicheremo una guida per le scuole europee per affrontare e mitigare i cambiamenti climatici, così che le scuole beneficiate saranno molte di più e in molti più paesi.

In questi tre anni ci siamo riuniti sei volte con gli altri partner del progetto per portare avanti la campagna contro i cambi climatici nelle scuole e abbiamo premiato con il GREEEN Award due scuole che, in tutta Europa, si sono distinte per progetti di mitigazione ed adattamento ai cambi climatici.

 

Ma purtroppo i cambi climatici non si concludono. Secondo tutti gli esperti il 2016 sarà l’anno più caldo da quando si misurano le temperature globali. Gli eventi inusuali come inondazioni o siccità continuano ad accadere. Pochi mesi fa abbiamo assistito ad intere città bloccate dal troppo smog e il trend non sembra cambiare a breve. Il paese che produce da solo un quarto delle emissioni globali ha appena eletto come presidente una persona che nega l’esistenza dei cambiamenti climatici e che dice di voler strappare l’accordo di Parigi.

Ogni anno l’inquinamenCINA_-_siccità_campito dell’aria provoca 3 milioni di morti premature. Circa 60 volte tanto le morti causate da tutte le guerre del mondo insieme. Perché questa poi in fondo non è altro che un’altra battaglia. Battaglia che possiamo però combattere tutti insieme. Ogni nostro piccolo gesto può contribuire a limitare i cambiamenti climatici e gli eventi catastrofici. Rinunciare a prendere la macchina, rinunciare ad una bistecca, ridurre i propri consumi di beni materiali, contribuire al riforestamento. Sono tutti piccoli gesti che possono aiutare a ridurre i cambiamenti climatici e i danni tremendi che stanno causando all’unico pianeta che abbiamo.

Ma perché questi piccoli gesti abbiano effetto dobbiamo farli in tanti. E dobbiamo farli adesso. Domani potrebbe essere troppo tardi.