Il 2018 è stato inaugurato da molteplici incidenti petroliferi

Fino a quando ci toccherà sopportare questi disastri ambientali?

 

 

Solo nelle prime due settimane di gennaio si sono verificati moltissimi sversamenti di petrolio.

In Cina una nave panamense è affondata dopo una collissione con un altra imbarcazione: 136 mila tonnellate di greggio, 32 marinai morti e la macchia si sta allargando in maniera esponenziale giorno con giorno.

Passando dal West Virginia al Tennesee dove 3700 litri di greggio sono fuoriusciti da un condotto della compagnia Norfolk Southerne e hanno raggiunto il fiume Tennesee con importanti ripercussioni sull’ecosistema acquatico sul breve e lungo periodo.

E infine nelle Hawaii, dove nella città di Pearl City 1800 litri di greggio sono fuoriusciti da un condotto sotterraneo.

Negligenza, mancanza di controlli, assenza di sanzioni severe per chi inquina, continue sovvenzioni al settore dei combustibili, sono tra i fattori che alimentano e influiscono in questi continui episodi disastrosi per la salute delle persone e dell’ecosistema.

 

 

Comments
Share
Source International